Campanile di Giotto

Sodi Sauro e Francesco Vitigni

 

Autore del progetto: Giotto di Bondone

Autore della costruzione: Andrea Pisano, Luca della Robbia, Nanni di Banco, Donatello e Francesco Talenti.
Ubicazione: piazza del Duomo a Firenze.
Datazione: 1334-1359

Tipo di edificio: misto (pubblico e religioso)

Dimensioni approssimative: altezza 84.70 metri. Larghezza circa 15 metri.
Dimensioni in pianta: pianta quadrata.

Dimensioni in facciata: 15 metri x 84.70 metri

 

Materiali e tecniche

Delle parti decorative: formelle in bassorilievo sul basamento, statue a tutto tondo, marmi di colore bianco, rosso e verde

Collocazione: struttura autonoma e si trova in luoghi urbani

Si trova nel centro storico di Firenze.

Schema compositivo: slancio verticale tipicamente gotico, solidità, decorazione esterna a losanghe.

Bifore accoppiate di gusto senese a grandi trifore timpanate.

Grande terrazza che fa da tetto panoramico.

 

L'edificio all'epoca di costruzione

La funzione: probabilmente creato più come elemento decorativo che funzionale

La committenza: repubblica fiorentina

Il contesto dell'edificio: centro urbano, piazza principale della città

L'edificio oggi: i suoi elementi costitutivi

  • La funzione: simbolo della città, considerato il campanile più bello d'Italia
  • Lo stato di conservazione: ottimo
  • Chi lo abita o lo fruisce: ne fruisce il grande pubblico, pagando
  • Gestito dall'opera di Santa Maria del fiore. L'ente è responsabile della conservazione, dei restauri, della manutenzione ordinaria e della fruizione museale.
  • Contiene parti decorative importanti, statue, opere di pittura, formelle esagonali

 

Notizie storiche sull'artista

  • Altre opere importanti: Madonna di San Giorgio alla costa, affreschi nella basilica di Assisi (storie di Isacco, di San Francesco), croce di Santa Maria Novella, cappella degli Scrovegni, cappella Bardi e cappella Peruzzi